lunedì, Dicembre 6, 2021
HomeNotizie di PoliticaConte vira su una lista a suo nome e il M5S è...

Conte vira su una lista a suo nome e il M5S è a rischio crac

Oggi a Roma è atteso Grillo, trattative sulla condivisione di poteri tra presidente e garante

Che succede nel Movimento 5 Stelle? C’è chi prevede un imminente crac. «Non so se arriveranno al 2023», ha dichiarato l’ex premier Matteo Renzi. «Sono divisi su tutto, dilaniati. Negli ultimi sei mesi abbiamo visto di tutto: Conte contro Casaleggio, Casaleggio contro tutti, poi Grillo contro Conte. Vedrà che nei prossimi mesi saranno stelle cadenti», ha detto Renzi intervistato nel corso di una trasmissione Mediaset. E il confronto – anche se sarebbe più corretto parlare di scontro – tra Beppe Grillo e Giuseppe Conte, oggi potrebbe far scrivere un capitolo fondamentale, perché l’ex comico e fondatore del M5S è atteso a Roma. Si tratta relativamente alla condivisione di poteri tra presidente e garante.

Nel frattempo, un altro ex premier, Conte, appunto, è pronto a virare su una lista a suo nome. Va da sé che un scontro al vertice di tale proporzioni sullo statuto, potrebbe innescare una reazione a catena, è sconquassare il Movimento, dalle fondamenta. Sulla questione è intervenuto anche il presidente della Camera, Roberto Fico. «In questo momento stiamo facendo dei cambiamenti importanti, abbiamo imparato a governare il Paese, i processi, il compromesso, abbiamo cercato di lavorare sempre per l’interesse del bene comune. Il mutamento è nei fatti, ma è la grande risorsa del M5S. Non c’è nessun partito di Conte, c’è solo un lavoro all’interno del M5S, c’è un dibattito al suo interno e va bene perché è sano», ha ridimensionato la querelle, il grillino Fico.

Leggi anche...

- Advertisement -