mercoledì, Dicembre 1, 2021
HomeNewsConsiglio a Paolo Mancuso: è de Luca a soffiare sul fuoco

Consiglio a Paolo Mancuso: è de Luca a soffiare sul fuoco

- Advertisement -

Il presidente del Pd di Napoli aveva criticato la Giunta Comunale

“La Giunta comunale di Napoli invia un documento titolato ‘proposte concrete al Governo’. Ma la premessa è ‘sulle dichiarazioni del Pd metropolitano’. Esiste un collegamento fra i due argomenti? Pare proprio di no. E prima, infatti, parte un attacco di una Giunta comunale ad un partito di opposizione, con una asimmetria istituzionale e politica grossolana, ma che evidentemente sfugge agli autori”. Lo afferma il presidente del Pd di Napoli Paolo Mancuso, criticando il documento della Giunta del Comune di Napoli sulla proposta di una cabina di regia covid19 lanciata dal Pd di Napoli. “Poi – prosegue Mancuso – si chiarisce che l’accusa riguarda la critica allarmata del Pd alla scelta inizialmente dichiarata da sindaco e giunta di scendere nella piazza della protesta, scelta poi revocata prima dalla Giunta, poi dal sindaco. Più furbo di Masaniello, il sindaco ha fiutato il tempo di piazza Mercato. Infine si accusa Governo, Regione e Pd di ogni possibile ritardo o omissione, salvando solo se stessi. Crogiolandosi nell’isolamento in cui i nostri amministratori si sono cacciati, soffiano irresponsabilmente sul fuoco di quella emarginazione sociale che loro stessi hanno contribuito a determinare, incistandosi nella disperazione della loro solitudine”. Nella polemica dei dem contro l’amministrazione de Magistris interviene anche Teresa Armato, membro della direzione nazionale del Pd: “La giunta di Napoli – afferma – spinta dalla operatività del Pd metropolitano, finalmente entra in un campo costruttivo e propositivo. Lo fa con uno stile sbagliato naturalmente, polemico ed accusatorio mettendo gli altri sul banco degli imputati e deresponsabilizzandosi totalmente dal proprio ruolo istituzionale”. Il governo nazionale e la Regione Campania da mesi hanno sfornato regole per fronteggiare una pandemia spaventosa e imprevedibile e per dare risposte adeguate alla conseguente crisi economica e occupazionale. Il Pd metropolitano di Napoli con umiltà e senso civico ha svolto un ruolo di cerniera e vuole essere interlocutore di categorie sindacati imprese e famiglie. Già da stamattina, dopo il nostro comunicato di apertura, di dialogo, molte espressioni vive della società hanno chiesto un incontro e un confronto. Se il Comune di Napoli vuole finalmente entrare in questo circolo virtuoso non ha che da rimboccarsi le maniche. Il Pd, il Governo nazionale, la Regione Campania sono già in campo”.

- Advertisement -

Leggi anche...

- Advertisement -