Il presidente Marrone invita il governatore a rivedere la sua scelta penalizzante per le piccole e medie imprese

«La decisione del governatore di lasciare la Campania in zona arancione è inopportuna e discriminatoria. Un altro colpo mortale a un’economia già in grave difficoltà».

È la posizione espressa sui canali social di Confapi Napoli da parte del presidente Raffaele Marrone.

ad

«Una decisione peraltro presa, come sempre, in assoluta solitudine e senza alcuna considerazione per le difficoltà di migliaia di piccole e medie imprese che guardavano, con speranza, alla possibilità di riaprire, anche solo tre giorni, per recuperare gli enormi danni provocati da chiusure e crollo delle vendite».

«Ci appelliamo al prefetto di Napoli e al governo perché intervengano nel più breve tempo possibile contro questo atteggiamento che mette in crisi l’identità dell’imprenditore. Costretto a inseguire le ordinanze nazionali e regionali che si contraddicono da un’ora all’altra a tutto danno dei livelli di investimenti già in essere e da programmare».