In via Palizzi al Vomero, 24 euro al mese

Tra un problema e l’altro nella gestione (?) della Cosa pubblica, dai trasporti ai rifiuti, il Comune di Napoli si scopre generoso e non poco con i suoi affittuari. Per chi si ritrovasse, infatti, Palazzo San Giacomo come locatore di una casa con affaccio sul retro di uno stabile, potrà bastare un budget di 12 euro al mese. Se, invece, proprio non si riesce a fare a meno della vista mare, allora si potrebbe arrivare persino a 25 euro, anzi, a voler essere precisi, a 24.81 centesimi per un appartamento di 127 metri quadri.

A raccontare la vicenda è ‘Il Mattino’, che torna sul delicato tema del patrimonio svenduto del Comune di Napoli, che vanta più di 28mila alloggi.

Nel 2014 fu il consigliere comunale Gaetano Troncone a presentare una interrogazione chiedendo ragione all’Ente. E, nonostante le rassicurazioni, Palazzo San Giacomo ha registrato contratti di affitto per 25.426 beni immobili tra il capoluogo campano, la sua provincia e anche altri comuni della Regione. Finanche in altre regioni. Il tutto, per una media di introiti di 85 euro a contratto, che scende in maniera verticale vista la consistente mole di fitti irrisori per gli alloggi cosiddetti popolari. Nell’elenco, per citare alcuni esempi, un immobile di quattro vani in via Manzoni viene ceduto per 54,15 euro al mese, così come un appartamento di cinque vani in via Palizzi, al Vomero, “frutta” 24 euro al mese.