venerdì, Febbraio 3, 2023
HomeNotizie di Politica«Doppio ufficio ai consiglieri delegati? Inutile, neanche il sindaco ce l’ha»

«Doppio ufficio ai consiglieri delegati? Inutile, neanche il sindaco ce l’ha»

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

di Giancarlo Tommasone

A quanto ammontano le stanze o i locali, che dir si voglia, da destinare a Palazzo San Giacomo, a tutti i consiglieri delegati (vedi pure «assessorini») del Comune di Napoli? Secondo la nota (protocollo Pg 2019/6961) inviata dal capo di Gabinetto il 3 gennaio del 2019, sono tre. Due di quei tre locali (così sono indicati nella nota, protocollo Pg 2019/6961) al terzo piano della sede del Municipio, sono stati già «destinati».

Infatti, con disposizione numero 1 del 14 gennaio 2019, il Servizio Demanio e patrimonio del Municipio (dirigente Natalia d’Esposito) assegna ai consiglieri delegati, Maria Caniglia (Ce simme sfasteriati) e Gabriele Mundo (Riformisti democratici con de Magistris) due stanze a Palazzo San Giacomo, dove meglio «svolgere attività collaborativa, propositiva e propulsiva a supporto dell’assessore competente».

Ma i diretti interessati
(parliamo dei consiglieri
delegati in generale)
sono stati tutti informati
di questa possibilità? E come reputano
il fatto di poter usufruire di un altro ufficio,
oltre a quello che hanno a Via Verdi?

La planimetria relativa alle stanze assegnate a Palazzo San Giacomo, a Maria Caniglia (A) e a Gabriele Mundo (B)

Il caso del doppio ufficio è stato sollevato da Stylo24 ed emerge dai documenti, di cui ha preso visione, in esclusiva, il nostro giornale. Sulla vicenda abbiamo ascoltato uno degli «assegnatari» della seconda stanza (una a Via Verdi, l’altra a Palazzo San Giacomo): il consigliere Maria Caniglia, che dallo scorso dicembre (quando viene delegata dal sindaco) collabora con l’assessorato al Commercio. Le chiediamo se e quando avrebbe fatto richiesta per l’ufficio a Palazzo San Giacomo.

Il consigliere Caniglia: non ho fatto
alcuna richiesta per gli spazi
a Palazzo San Giacomo e finora
non ho occupato alcuna stanza

«Non ho fatto alcuna richiesta. Ricordo che una volta accettata la delega (il decreto sindacale è del 21 dicembre del 2018, ndr), ci era stato detto che c’era la possibilità di alcuni spazi per i consiglieri delegati a Palazzo San Giacomo, da poter utilizzare per i compiti loro assegnati», risponde il consigliere. «Per quanto mi riguarda io non ho finora ‘preso possesso’ di alcuno spazio a Palazzo San Giacomo, ricordo che dopo aver accettato la delega, vidi questi spazi, che si pensava di destinare ai consiglieri delegati – continua Caniglia – Personalmente, mi sto preoccupando prima di comprendere qual è la mia mole di lavoro da svolgere per la collettività, dopo aver accettato di buon grado e con orgoglio, l’incarico da parte del sindaco, continuo a lavorare a Via Verdi, e la stanza, ribadisco, visto che metto davanti gli impegni da affrontare, resta l’ultimo dei problemi. Tra l’altro, tendo a vivere più il territorio che a chiudermi nel Palazzo. E quando mi sono dovuta interfacciare con l’assessorato di riferimento, abbiamo affrontato il lavoro nell’ufficio di detto assessorato». Quindi un secondo ufficio a Palazzo San Giacomo (visto che c’è pure quello di Via Verdi), è inutile? Domandiamo al consigliere Caniglia.

«No, non è inutile. Potrebbe essere utile non solo a me, ma a tutti i consiglieri delegati, per poter meglio svolgere il lavoro di supporto e collaborazione con l’assessorato di riferimento», dichiara Maria Caniglia. In tutto questo, volevamo sottolineare due concetti: nemmeno il sindaco ha due uffici; il consigliere aggiunto Viraj Prasanna aspetta gli venga assegnata una stanza, a Via Verdi, da otto mesi.

I locali
al terzo piano
di Palazzo San Giacomo,
dove si trovavano gli uffici
della ex dirigente Giulietta Chieffo

Aperta e chiusa parentesi, ricordiamo ancora una volta che la nota (protocollo Pg 2019/6961) del capo di Gabinetto, quella del 3 gennaio del 2019, individua tre locali (si tratta di quelli che hanno ospitato gli uffici della ex dirigente Giulietta Chieffo) al terzo piano di Palazzo San Giacomo da destinare ai consiglieri delegati. Si parla di consiglieri delegati, in maniera generica.

Ora, al 3 gennaio del 2019, gli «assessorini» che hanno accettato l’incarico sono soltanto Caniglia e Mundo. Caniglia ha detto che ha visto gli spazi che si stava pensando di destinare ai consiglieri delegati, una volta accettato l’incarico, quindi supponiamo, o il 21 dicembre 2018 o comunque un paio di giorni dopo. Immaginiamo che tale iter sia stato seguito anche per i consiglieri che hanno accettato la delega alla fine di gennaio scorso, quando cioè la nota del capo di Gabinetto, quella del 3 gennaio 2019, era già stata prodotta. Immaginiamo che una volta accettata la delega, anche gli altri «assessorini» siano stati avvisati della possibilità di un secondo ufficio a Palazzo San Giacomo. Proprio per fugare ogni dubbio, su questo fronte, abbiamo ascoltato Luigi Felaco (deMa), uno dei consiglieri delegati; in particolare l’incarico di Felaco è relativo ai Beni confiscati alla camorra.

Felaco (deMa): non vedo
l’utilità del doppio ufficio.
Ho la mia stanza a Via Verdi
come gli altri consiglieri

Gli chiediamo se abbia fatto richiesta per l’ufficio a Palazzo San Giacomo. «Assolutamente no, non so niente di questa possibilità e non credo che si possa. Io già ho una stanza a Via Verdi, come tutti gli altri consiglieri». E invece gli diciamo che si può, questa possibilità c’è, tanto è vero che come si evince dalla documentazione di cui abbiamo preso visione, il doppio ufficio è stato assegnato ai consiglieri delegati Caniglia e Mundo. «Non lo sapevo, lo apprendo adesso da lei», afferma Felaco. Dunque, ci conferma che non era a conoscenza della possibilità della stanza a Palazzo San Giacomo? Domandiamo al rappresentante di deMa. «Non lo sapevo e francamente non ne vedo neanche l’utilità». Gli facciamo notare che nemmeno il sindaco ha due uffici. «Appunto», conviene Felaco.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Articoli Correlati

- Advertisement -