Due di loro devono rispondere di possesso di oggetti atti a offendere.

Erano in strada a parlare ma alla vista degli agenti della questura di Napoli, impegnati per far rispettare le prescrizioni finalizzate al contrasto del contagio da Coronavirus, si sono allontanati. Ma poco dopo sono bloccati e denunciati. Il fatto è avvenuto la scorsa notte nel quartiere della Sanità, a Napoli.

Protagonisti della vicenda quattro giovani di età compresa tra i 20 ed i 26 anni. Due di questi sono stati denunciati anche per porto di armi od oggetti atti ad offendere poiché trovati in possesso di tre coltelli con lama autobloccante lunga circa 11 centimetri.

ad