mitragliatrice

Spari e minacce nella serata di ieri a Pozzuoli, località Monteruscello: due persone in sella a una moto, il guidatore a volto coperto e il passeggero armato di mitragliatrice, hanno esploso 9 colpi contro un furgone in uso a un commerciante già noto alle forze all’ordine, in sosta sotto la sua abitazione.

OBIETTIVO DEL RAID
CON UNA MITRAGLIATRICE
IL FURGONE DI UN UOMO
NOTO ALLE FORZE DELL’ORDINE

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della compagnia di Pozzuoli, in seguito i centauri, hanno cosparso il mezzo di benzina ma senza appiccare il fuoco.

ad

 

In seguito su un’altra strada, in via Umberto Saba hanno esploso altri 10 colpi contro un 55enne ritenuto affiliato al locale clan camorristico dei «Longobardi-Beneduce» mentre questi si trovava fuori ad un bar. L’uomo non è stato raggiunto dai colpi.

I militari dell’arma hanno infine scoperto che i due malviventi, su via de Curtis, hanno avvicinato un 40enne titolare di un bar e sotto la minaccia della mitragliatrice, gli hanno lasciato un messaggio, forse, da riferire agli appartenenti del clan dei Longobardi-Beneduce, che li avrebbero uccisi tutti.

I carabinieri della compagnia di Pozzuoli che hanno avviato le indagini, durante il sopralluogo hanno rinvenuto 15 bossoli, diverse ogive e una bottiglia utilizzata per il trasporto della benzina.

Riproduzione Riservata