Creare un blog è importante: può persino diventare un lavoro. Cosa c’è di meglio che prendere ispirazione da chi ha messo qualche progetto online? Diventare food blogger non è semplicissimo ma… si può, come per tutte le umane aspirazioni.  In attesa di diventare food blogger si può pensare di mettere su un bel blog con uno stile personale facilmente riconoscibile. Prima di diventare gettonatissimi e famosi food blogger ci vuole un bel percorso ma never say never! D’altronde la nostra regione è ricca di ottimi alimenti ed è terra natia di famosissimi chef! Intanto c’è da sottolineare che anche in questo settore molto è cambiato e la comunicazione digitale ha sviluppato nuovi canali. Oggi i foodblogger sono diventati molto più social.

5 food blogger scelte da noi

  1. Benedetta Rossi: in poco tempo è  l’amica di tutte, colei che sa davvero cucinare. Nasce a Porto San Giorgio nel 1972, innamorata della cucina sin da piccola impara dalla madre e dalla nonna, poi subito dopo le superiori apre un piccolo agriturismo con il compagno: la tenuta dove spesso Benedetta illustra le sue ricette. Per gioco e per passione, qualche anno dopo apre il primo blog di ricette e inizia a spiegare come realizzare piatti della tradizione in modo semplice.  Da quel momento è un successo costante, basta pensare che su Instagram è seguita da oltre 3,5 milioni di followers. Un successo importante per la Rossi che in breve tempo è la food blogger più amata d’Italia. Perché ispirarsi a Benedetta Rossi? Semplicissimo:  Benedetta non ha scoperto o inventato nulla di nuovo, tutto è basato sulla cucina tradizionale italiana. Ci insegna che una cucina regionale, rilanciata in rete, rinnovata e resa più semplice può diventare un vero e proprio business. Come fare? Si potrebbe studiare la cucina tipica della propria zona e cercare di farla conoscere, realizzando video e post per tutti.
  2. Sonia Peronaci, una delle più visionarie food blogger, nel 2019 entra a fare parte delle 100 donne Forbes Italia. Era il 2006 quando nasce GialloZafferano, la più importante community di ricette online. In pochissimo tempo, da progetto personale, diventa un vero e proprio punto di riferimento per gli appassionati di cucina e non solo. GialloZafferano ormai firma anche gli hamburger di MCDonald’s! Peronaci da tempo non fa più parte della community, ma ha iniziato a lavorare da sola sempre online: su Instagram vanta   802 mila followers.  Lei è la mamma a cui tutti possono chiedere consiglio per un’idea particolare o una ricetta perfetta e semplice da mettere sui fornelli.
  1. Chiara Maci, racconta i piatti della tradizione italiana e si diverte a fare esperimenti in cucina. Maci su Instagram è facilmente rintracciabile e ad oggi ha 689 mila followers. Blogger, cuoca e presentatrice tv, è molto amata.  Tutto però nasce da un’idea semplice e persino simpatica: era il 2009 quando, con la sorella Angela, apre il blog “Sorelle in pentola”. Da progetto personale e privato il successo diventa immenso. Chiara in breve sarà protagonista di  “Cuochi e fiamme”, in onda su La7, per arrivare al suo programma “#vitadafoodblogger” . Cosa possiamo imparare da Chiara? Il coraggio di tuffarsi! Sperimentare, provare e cambiare la propria vita grazie ai click ed al proprio talento. Chiara in cucina è indubbiamente molto brava e preparata, da lei possiamo apprendere sia tecniche tradizionali, sia novità da personalizzare.
  2. Benedetta Parodi, 980mila followers su Instagram, una vita dedicata a consolidare l’immagine online. Benedetta, giornalista e protagonista incontrastata di alcuni celebri programmi tv, ha un blog tra i più seguiti d’Italia. Da Benedetta possiamo imparare tanto: la semplicità nell’esporre e la capacità di spiegare ricette raffinate in poche e semplici mosse. C’è tanto da scoprire con le ricette della Parodi.
  3. Luca Pappagallo: ceo and founder di Casa Pappagallo. A molti, forse, questo nome non dice nulla, ma per gli appassionati di cucina è un mito. Grossetano verace, Pappagallo è riuscito a farsi strada sul web quando, ancora, nessuno puntava sulla cucina online e, negli anni, è diventato uno dei food blogger più seguiti. La sua è una cucina semplice e casereccia, imparata innanzitutto dalla nonna. Non è un cuoco, ma è un appassionato di cucina, oltre che un talento nella comunicazione: Casa Pappagallo registra tre milioni di interazioni alla settimana. Cosa apprendere da Luca? Il suo stile verace, le sue tecniche collaudate nel tempo e la sua simpatia nel raccontare le ricette al grande pubblico.

Da una passione ad un mestiere in digitale

Cucinare bene per tanti è una passione, che è possibile trasformare in un vero lavoro. Infatti, quella del blogger è una delle nuove professioni digitali che hanno riscosso maggiore successo. Oggigiorno un blog seguito da tanti lettori, una pagina Facebook o Instagram con migliaia di followers ed interazioni è una vera e propria miniera d’oro. Come fare per diventare professionisti?

ad

Innanzitutto, per lavorare e mettere su un vero business, bisogna prima aprire la partita iva: una procedura facile, spiegata nei dettagli in questo articolo. Farsi assistere in questa fase è fondamentale e, se si vuole risparmiare sui costi iniziali, e in seguito sul disbrigo dei vari adempimenti, la scelta giusta è un servizio telematico come Fiscozen, disponibile ad un prezzo imbattibile.

Successivamente è bene affinare la propria presenza in rete, migliorare la reputazione, magari con l’ausilio di altri professionisti esperti nella SEO, nella comunicazione social, nella gestione della community. E ricordarsi sempre che, per guadagnare online, bisogna essere in grado di generare engagement.

Riproduzione Riservata