Le attività di San Gregorio Armeno, come quelle che sorgono nelle altre strade del centro storico napoletano, potrebbero finire in mano a immobiliaristi milanesi che puntano a ottenere i locali morosi per colpa delle chiusure.

C’è una parte di Napoli che potrebbe essere definita come una città fantasma. Strade vuote, anzi, svuotate dalle chiusure che da un anno a questa parte continuano ad alternarsi. E la Campania in zona rossa da praticamente un mese, sembra essere il colpo di grazia alle attività del centro storico partenopeo. Come riporta un articolo del ‘Mattino’, a firma del collega Gennaro Di Biase, ad approfittare delle morosità venutesi a creare è un gruppo di immobiliaristi di Milano che sta cercando di acquistare i locali, per guadagnare sulla ripresa dei flussi.

Da Santa Chiara al Rettifilo, passando per via Duomo, piazza Mercato e San Gregorio Armeno. La via dei presepi che, anche in previsione di una riapertura il prossimo inverno, grazie alle vaccinazioni anti-Covid, rischia di non riaprire più. Nei prossimi giorni ci sarà un sit-in fuori la sede della Regione. Per far ascoltare una voce che non può spegnersi così.

ad
Riproduzione Riservata