TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

La sorte e’ stata benigna e ha voluto che succedesse all’alba, in un’ora del giorno in cui non c’era personale all’interno. Ma sono ferite importanti per il patrimonio artistico e culturale i danni registrati nella chiesa Cinquecentesca di Santa Maria del Popolo degli Incurabili, a Napoli, dove ieri e’ crollata una volta di sostegno del pavimento retrostante l’altare maggiore, provocando anche un cedimento che ha interessato la tomba di Maria D’Ayerba (co-fondatrice dell’Ospedale degli Incurabili) e parte del coro ligneo. Problemi si sono registrati anche in un locale sottostante adibito a garage a uso privato. Vista l’ora in cui si e’ verificato il crollo, ed essendo il locale in questione accessibile solo a personale autorizzato, l’episodio non ha provocato danni alle persone.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, con il direttore sanitario dell’ospedale degli Incurabili Mariella Corvino e il commissario straordinario dell’Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva. Dal 2010 una parte del complesso, inclusa la storica farmacia degli Incurabili, e la chiesa di Santa Maria del Popolo, fa parte del “museo delle arti sanitarie di Napoli”. Proprio Verdoliva ha sottolineato come “il complesso degli Incurabili necessiti di cure molto importanti”.

 

“Il complesso – ha spiegato l’ingegner Ciro Verdoliva – e’ interessato da un quadro fessurativo in evoluzione che trasmette certamente una sofferenza delle fondamenta evidenziando un’alta criticita’ strutturale. Non a caso il giorno dopo il mio insediamento ho visitato i luoghi e ho attivato l’ufficio tecnico aziendale per l’affidamento di un monitoraggio approfondito, anche con l’ausilio di un geo radar, per determinare lo stato dei sottosuolo e affinche’ si provvedesse ad incaricare professionalita’ di comprovata esperienza per un supporto necessario a determinare lo stato delle strutture sotto il profilo statico”.

“Da quel giorno – sottolinea – non abbiamo mai smesso di lavorare per arginare le criticita’, monitorando il quadro fessurativo con tecniche all’avanguardia. Il complesso di Santa Maria del Popolo degli Incurabili merita la massima attenzione e il presidente De Luca segue gia’ da tempo la situazione con la massima attenzione. L’indirizzo e’ di fare tutto cio’ che e’ nelle prerogative del commissario straordinario per cambiare un destino che sembra gia’ scritto. Siamo chiamati – conclude Verdoliva – a lavorare su una situazione gia’ estremamente compromessa, ma le sfide, anche quelle apparentemente impossibili, non ci hanno mai spaventato”.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT