TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

La Polisportiva santantimatese di via Marconi a Sant’Antimo, gestita dalla famiglia Cesaro ma di proprietà del Comune, non può essere dissequestrata. Ad affermarlo è la sezione Misure di prevenzione del Tribunale, per cui “l’agevolazione mafiosa posta in essere attraverso la società non appare affatto occasionale, sì da concretizzare il rilevante pericolo di infiltrazioni mafiose idonee a condizionarne l’attività”.

ad

 

“L’esistenza di indizi – si legge – che consentono di affermare che l’esercizio dell’attività in questione sia sottoposto alle condizioni di intimidazione o comunque assoggettamento viene tratta dalle numerose cointeressenze della società e la sfera degli interessi affaristico-patrimoniali della famiglia della quale fanno parte Aniello e Raffaele Cesaro”. Entrambi in carcere per concorso esterno in associazione mafiosa. Coinvolti nell’inchiesta sulle infiltrazioni del clan Polverino negli investimenti per il Piano di insediamento produttivo del Comune di Marano.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Riproduzione Riservata