A quindici giorni alla fine del lavoro della commissione d’accesso, sono stati acquisiti gli atti delle proroghe fino al 2033 per gli stabilimenti balneari.

Presunte infiltrazioni della camorra al Comune di Castellammare: mancano circa due settimane prima della scadenza del mandato conferito agli ispettori ministeriali da parte del Prefetto di Napoli, Marco Valentini. La commissione d’accesso deve verificare se ci sono state infiltrazioni della criminalità organizzata al Comune: il mandato degli ispettori può essere programmato per altri tre mesi.

ad

Dopo la acquisizione dei documenti per permessi, licenze, beni confiscati alla criminalità e quelli relativi agli appalti pubblici, i commissari si stanno concentrando sulle concessioni dei stabilimenti balneari: l’anno scorso, durante l’amministrazione Cimmino, c’è stata la proroga di queste concessioni fino al 2033, così come previsto dalla legge di Bilancio del 2019. Gli ispettori, stanno verificando se ci sono anomalie nelle procedure: la gestione delle spiagge può essere un affare che fa gola alla criminalità. Gli ispettori, inoltre, hanno anche acquisito gli atti sull’affidamento delle spiagge libere attrezzate.

Riproduzione Riservata