domenica, Dicembre 5, 2021
HomeNotizie di CronacaCastellammare: affari d'oro a Scanzano, ai clan 10 milioni all'anno

Castellammare: affari d’oro a Scanzano, ai clan 10 milioni all’anno

Da estorsioni, a spaccio, tesoro e immobili di lusso: i D’Alessandro hanno un impero economico immenso

Dal turismo al settore immobiliare, fino alla ristorazione: i soldi vengono investiti in tutta Italia, dalla penisola sorrentino fino al profondo nord. Ed è proprio la cometa dei soldi, che l’Antimafia di Napoli sta seguendo: la scia di denaro potrebbe portare gli inquirenti fino alla stanza dei bottoni, da cui si manovra la piovra di tutti questi interessi. Il clan D’Alessandro è già in ginocchio a causa di inchieste, processi e condanne, e queste indagini sono finalizzate a colpire l’organizzazione al cuore.

E’ venuto fuori che la cosca continua ad investire nel centro Italia in svariati settori: in particolare, nell’inchiesta Tsunami, è venuto fuori come ci fossero incontri con gli imprenditori per la realizzazione di capannoni industriali in Veneto ed in Lombardia, e di negozi e imprese in Romagna. Così come di investimenti in Sardegna per resort di lusso, in cui c’è anche il coinvolgimento dei Casalesi. Questi interessi, naturalmente, riguardano anche numerosi colletti bianchi, impegnati nel riciclo di denaro sporco in nome della cosca.

Il fatturato criminale si aggira attorno ai dieci milioni all’anno: una cifra enorme, scoperta dalla Dda, che in questi anni ha colpito continuamente gli affari della cosca scanzanese. Le inchieste sono state capaci di ridimensionare il raggio d’azione del clan e ridurne l’incredibile potenza economica.

Leggi anche...

- Advertisement -