La Regione Campania e Fincantieri hanno firmato un protocollo di collaborazione per l’avvio di un percorso di intervento finalizzato alla realizzazione delle condizioni di mantenimento dei livelli occupazionali e di incremento del carico di lavoro dello stabilimento di Castellammare di Stabia (Napoli), nonche’ allo sviluppo economico, produttivo, sociale ed occupazionale dell’area, in condizioni di sostenibilita’ ambientale.

Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri

La firma e’ avvenuta tra Vincenzo De Luca, presidente della Giunta regionale, e Giuseppe Bono, amministratore delegato del gruppo cantieristico. Regione e azienda opereranno in stretta collaborazione al fine di favorire la ripresa e lo sviluppo del territorio, la salvaguardia e la valorizzazione dell’occupazione. In particolare, Fincantieri, si legge in una nota, attribuira’ al cantiere di Castellammare di Stabia le commesse di due tronconi di navi da crociera, e comunque un carico di lavoro per il cantiere di Stabia garantito almeno sino a tutto il 2020; si impegna a mantenere la missione polifunzionale del cantiere dedicato alla costruzione di prodotti fortemente innovativi, con particolare riferimento al supporto nella realizzazione di unita’ navali militari, oltre alla costruzione di tronconi di navi da crociera e militari; esplorera’ qualunque iniziativa in tema di ricerca promossa in ambito regionale e nazionale, cercando di attrarre finanziamenti e valutandone, volta per volta, la fattibilita’ e le possibili ricadute positive per il futuro dello stabilimento.

ad
Il governatore Vincenzo De Luca

 

Fincantieri prevede, che il suo sito stabiese verra’ dedicato anche alla costruzione di nuovi traghetti di media dimensione conformi con le piu’ recenti normative in tema di sicurezza e ambiente, impiegabili in servizi di trasporto pubblico locale, per i quali, in linea anche con il recente indirizzo del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, appare sempre piu’ improrogabile il rinnovo.

Riproduzione Riservata