Il 13 agosto Michele Savastano era stato investito a Vico Equense da una moto mentre attraversa la strada sulle strisce pedonali. Quel giorno era in compagnia della sua fidanzata, che avrebbe dovuto sposare una settimana dopo.

Quel giorno però Michele è finito in coma. Pochi giorni fa però il giovane stabiese si è risvegliato ed ora ha iniziato a parlare dal letto in cui è ricoverato nella clinica Sant’Anna di Crotone per cominciare il percorso riabilitativo.

Le sue prime parole sussurrate sono state alla madre: “Mamma ti amo, portami a casa non ce la faccio più”.

Gioia infinta per la ragazza, che ha così commentato l’evento: “Dio mi sta ascoltando grazie!”.