lunedì, Dicembre 6, 2021
HomeNotizie di CronacaCase occupate e legittimi assegnatari in strada: così vince la malavita

Case occupate e legittimi assegnatari in strada: così vince la malavita

Case occupate abusivamente a Pizzofalcone. Sono vent’anni che si inseguono denunce e, quindi ancor più colpevoli le omissioni. Tutti sapevano, ma nessuno si è mosso attivamente: il Comune di Napoli, la Napoli Servizi e la Polizia locale. All’interno di queste case venivano conservate pistole, bombe e venivano perpetrati diversi abusi. Le prime accuse arrivano dagli ex inquilini e legittimi assegnatari.

Case occupate: quante occasioni perdute per il Comune di Napoli dal 2000 a oggi

A loro spettavano alcuni appartamenti in un palazzo storico del 1500. Eppure, hanno dovuto subire i soprusi degli occupanti. L’edificio in questione è lo stesso sul quale il parroco del quartiere, don Michele Pezzella ha concentrato la sua ultima omelia dal pulpito della parrocchia dell’Immacolata. Il prete ha denunciato l’ultima spoliazione: quella di un appartamento assegnato legittimamente ad una novantenne che adesso non ha più casa. Quante occasioni perdute per il Comune di Napoli dal 2000 a oggi. Sono tanti gli esposti e zero i risultati: è così che vince la malavita.

Leggi anche...

- Advertisement -