Le costringeva a prostituirsi con minacce e percosse. I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Casal di Principe (Caserta), hanno arrestato un latitante nigeriano 29enne residente a Casal di Principe. Nei suoi confronti era stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere dal tribunale di Napoli Nord, il 27 luglio scorso, per sfruttamento della prostituzione. Le vittime sono donne straniere, non ancora identificate, e una connazionale. In particolare, nei confronti di quest’ultima è anche accusato di tentata estorsione. Le avrebbe chiesto, fino al dicembre 2016, con minacce di morte e percosse, 28mila euro per ‘riscattarsi’. Il 30enne è stato portato in carcere a Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Le indagini condotte dai militari nel 2016 sono state corroborate dalle testimonianze.

A carico dell’uomo anche il reato di estorsione, commesso nei confronti di un suo connazionale, e il tentato omicidio di un terzo nigeriano che, nel maggio 2016, avrebbe colpito all’addome con un coltello dopo che aveva cercato di difendere una giovane prostituta.