L'assessore di Insurgencia, Eleonora De Majo e il sindaco Luigi de Magistris

L’errore della delegata alla Cultura: «Il museo archeologico di Capodimonte»

Dopo aver ricevuto la tanto sospirata poltrona di assessore (alla Cultura e al Turismo), la pseudo antagonista Eleonora De Majo, è ancora più attiva sui social. Tanto che, a Palazzo San Giacomo si sussurra che sarebbe ormai pronta a contendere lo «scettro» di like e cuoricini, alla ribattezzata «campionessa dei selfie», vale a dire Alessandra Clemente. Abbandoniamo il gossip e la leggerezza per affrontare questioni più importanti, ma restiamo sempre sul terreno di Facebook. De Majo, lo scorso 2 dicembre, ha pubblicato sulla propria bacheca, il piano della mobilità cittadina, che verrà adottato a Napoli durante il periodo natalizio. C’è, è vero, qualche sostenitore che si congratula con l’assessore, ma la maggioranza dei commenti fanno emergere l’esasperazione dei cittadini che continuano a fare i conti con la città invasa dai rifiuti. Giampaolo, ad esempio, scrive: «Io aggiungerei anche maggiore sforzo da parte di Asìa». Mentre Elinda chiede: «Ripulire la città da montagne di immondizia non rientra nel pacchetto natalizio?». In questo caso De Majo replica all’internauta: «Sì, assolutamente, ma non in quello dei trasporti». La risposta dell’assessore dà la stura ai commenti di Luigi, che comincia a postare foto del centro cittadino invaso dai rifiuti (Forcella, Piazza del Gesù, ma anche la nuova Piazza Garibaldi). Sopra a una immagine di un materasso abbandonato, e riferendosi evidentemente al piano mobilità, Luigi scrive: «Perfetto. Ma non è contemplata, per i pedoni, la modalità di come superare i cumuli di monnezza depositata per strada da mesi, anche sotto i monumenti storici». A questi commenti, però la De Majo non risponde.

Il maestro Enzo Avitabile
si cala nel ruolo di suggeritore

Restando sulla bacheca dell’assessore, il 4 dicembre, posta il video  della conferenza stampa di presentazione del Natale a Napoli. C’è da sottolineare, come la delegata alla Cultura denoti più di un limite, trovandosi a parlare in pubblico dell’offerta natalizia che Napoli riserva a cittadini e turisti. Si limita a leggere la lista degli appuntamenti, e si avvale della collaborazione del maestro Enzo Avitabile, che si cala spesso nel ruolo di suggeritore. Quando più o meno, va a braccio, De Majo incorre pure in qualche errore di distrazione, e quello di Capodimonte, diventa per lei «museo archeologico».