domenica, Dicembre 5, 2021
HomeNotizie di AttualitàL’allarme del Sappe: tensione altissima nelle carceri della Campania

L’allarme del Sappe: tensione altissima nelle carceri della Campania

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Allarme rosso nelle carceri campane. «In pochi giorni abbiamo registrato aggressioni e rinvenimento di droga e telefonini – denuncia ilsegretario generale Sappe, Donato Capece – Nella casa circondariale di Salerno in pochi giorni sono stati rinvenuti ben otto cellulari perfettamente funzionanti in possesso illegale dei detenuti e nascosti nelle celle nei posti più impensabili, rinvenimenti avvenuti con l’ausilio di rinforzi provenienti da altre sedi. Per non parlare della droga rinvenuta nelle parti intime dei familiari dei detenuti ai colloqui o dei plichi lanciati dall’esterno verso l’interno del carcere, contenenti droga e cellulari sempre a Salerno. Nelle ultime ore dobbiamo registrare una violenta aggressione avvenuta a Salerno ad un detenuto da parte di altri con un una rudimentale arma da taglio composta da una lametta ed un manico».

«Spostandoci di pochi chilometri – continua Capece – nell’istituto di Poggioreale registriamo un’aggressione di un detenuto al medico di guardia e ad un ispettore i quali sono stati refertati per le lesioni subite. Ricordiamo il rinvenimento di altri tre cellulari a Poggioreale nei giorni scorsi. Va riferito anche il drammatico evento che ha visto suicida per impiccagione un giovane detenuto straniero, l’altro ieri, nella casa di reclusione di Aversa. La tensione e la criticità nelle carceri campane ormai sono al massimo: quasi mille detenuti oltre le soglie tollerabili dei17 istituti a fronte di organici sempre pi assottigliati». I numeri riferiti agli eventi critici avvenuti tra le sbarre delle carceri italiane nell’intero anno 2018 sono inquietanti: 10.423 atti di autolesionismo (rispetto a quelli dellanno 2017, già numerosi: 9.510), 1.198 tentati suicidi sventati in tempo dalle donne e dagli uomini della polizia penitenziaria (nel 2017 furono 1.135), 7.784 colluttazioni (che erano state 7.446 l’anno prima). Alto anche il numero dei ferimenti, 1.159, e dei tentati omicidi in carcere, che nel 2018 sono stati 5 e nel 2017 furono 2.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Leggi anche...

- Advertisement -