TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, CONTRACCAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Un caso di malasanità verificatosi nel carcere di Poggioreale ha portato la Asl Napoli 1 a dover risarcire in favore di un ex detenuto della struttura napoletana per 120mila euro. I fatti risalgono al 2011, quando C.F. cade da una brandina e comincia ad avvertire forti dolori alla zona del bacino. Nonostante una visita da parte dei sanitari del presidio ospedaliero, gestito proprio dalla Asl, questi lo giudicano guaribile con degli antidolorifici. Che gli vengono a più riprese prescritti. Il dolore, però, non solo non passa, mentre l’uomo si trova nella sua cella, ma lo accompagna anche quando, nel marzo del 2013, viene scarcerato.

Il carcere di Poggioreale (Stylo24)
Il carcere di Poggioreale (Stylo24)

E’ quello, come riferisce ‘La Stampa’, che racconta la vicenda, il momento in cui si reca all’ospedale Cardarelli e gli viene fatta la tanto attesa radiografia. Che testimonia come due anni prima si fosse fratturato il bacino. Frattura che, senza le dovute cure del caso e l’immediata operazione, si è calcificata in maniera scorretta. Poi la decisione di rivolgersi a un avvocato a avviare un’azione legale nei confronti della Asl, fino all’ottenuto risarcimento.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, CONTRACCAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT