Arriva la condanna definitiva e il carcere per il figlio del boss Domenico Belforte, la nuora e un medico, per una serie di certificati che attestavano in maniera falsa o eccessiva patologie per la moglie del capoclan che l’ammettessero a benefici nella detenzione.

ad

I carabinieri hanno arrestato dopo una sentenza passata in giudicato Camillo Belforte, 39 anni, la cognata Carmela Allegretta, 35 anni, e il medico 63enne, Giuseppe Di Maio, in servizio al reparto di Igiene Mentale dell’Asl di Caserta.

Di Maio su pressione di Camillo e della cognata di quest’ultimo procurava certificati che riguardavano la madre di Camillo, Maria Buttone, moglie del boss detenuto al 41 bis, ora libera, riuscendo anche a far stilare certificati da altri medici. Camillo Belforte e il medico dovranno scontare cinque anni di carcere, Allegretta quattro anni e sei mesi. E’ stata la Corte di Cassazione, qualche settimana fa, a porre la parole fine sulla vicenda, respingendo il ricorso presentato dagli imputati.