Mario Cerciello Rega


Omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, «ieri e oggi ci sono stati degli accertamenti ripetibili e irripetibili effettuati dagli uomini del Ris in modo certosino». A dichiararlo è Massimo Ferrandino, avvocato di Rosa Maria Esilio, vedova del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, fuori dalla caserma Salvo D’Acquisto.

AIUTACI CON UN LIKE A MANTENERE
L’INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE

«C’è molta attenzione a dettagli che saranno estremamente utili a processo – prosegue il legale che delinea i tempi dei prossimi passi –, prima di 60 giorni non ci saranno nuove comunicazioni ufficiali».

A proposito del buco temporale non coperto da registrazioni video dell’incontro tra i carabinieri e i due americani dice: «Aspettiamo le risultanze, alla fine delle indagini per come le stanno svolgendo gli inquirenti, sarà tutto ben delineato», conclude.