Mario Cerciello Rega e la moglie

Un carabiniere di 35 anni, Mario Rega Cerciello, vicebrigadiere originario di Somma Vesuviana nel Napoletano, è stato ucciso a Roma nella notte con alcune coltellate mentre era in servizio. E’ accaduto in via Pietro Cossa, nel quartiere Prati.

ad

 

Il sovrintendente, con altri colleghi che stavano svolgendo le indagini, si era appostato per fermare due persone ritenute responsabili di un furto e conseguente tentativo di estorsione, quando una delle due ha estratto un coltello e ha ferito più volte il vicebrigadiere dei Carabinieri mortalmente. Inutili i soccorsi presso l’ospedale S. Spirito dove il militare è poi deceduto. Si era sposato lo scorso 13 giugno.

Secondo una prima descrizione le due persone, che questa notte avrebbero aggredito e ucciso a coltellate il vicebrigadiere dei carabinieri, sarebbero cittadini magrebini alti circa 1 metro e 80, magri. Uno sarebbe vestito con una felpa nera e l’altro con una felpa viola, uno dei due avrebbe i capelli mesciati. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Reparto Operativo.