Roberta Ramona Mazzarella

Annullata l’ordinanza per corruzione, il fascicolo trasmesso nuovamente al Tribunale del Riesame

Colpo di scena nell’inchiesta ribattezzata Caprigate, relativa alle gare per la gestione del servizio bus sull’isola azzurra. I giudici della Cassazione, nelle scorse ore, hanno annullato l’ordinanza per corruzione e hanno trasmesso il fascicolo, nuovamente al Tribunale del Riesame. L’inchiesta condotta dalla Procura di Napoli, ipotizzava anche favori sessuali, utilizzati come «materiale» di scambio per corrompere un dirigente della Città metropolitana di Napoli. Per la Cassazione, dunque, i presunti «favori sessuali» non ci furono. La parola adesso passa al Riesame. Lo scorso giugno, Giuseppe De Angelis (dirigente della Città metropolitana) fu interdetto dai pubblici uffici per un anno, mentre fu imposto il divieto di esercitare il diritto di attività di impresa (sempre per una anno) all’imprenditrice Roberta Ramona Mazzarella. La notizia relativa alla decisione della Cassazione è stata riportata dal quotidiano Il Mattino.

Riproduzione Riservata