Durante una festa privata a Napoli fa cantare a una bambina una canzone dedicandola ai detenuti ristretti al 41bis: il video è stato poi pubblicato sui social. Protagonista della vicenda è il cantante neomelodico siciliano Nico Pandetta contro il quale si scaglia il consigliere dei Verdi per la Campania Francesco Emilio Borrelli: “Si tratta – sostiene – di un esempio diseducativo ed esecrabile”.

Borrelli fa sapere di avere denunciato la vicenda alla Procura Antimafia in quanto, a suo parere, si è trattato di “proselitismo in favore di criminali e detenuti” che “coinvolge anche i bambini”. “La sua carriera artistica”, aggiunge, “basata sulle canzoni sulla malavita”, conferma “tutta la pericolosità del suo messaggio”.

“Non dimentichiamo le sue gravi condanne penali e le sue parentele nel mondo della mafia, – ricorda Borrelli – oltre al gesto della minaccia, con un ninnolo a forma di pistola, nei miei confronti”.