A questi vanno sommati quelli che operano in nero, i dati sono ancora più sconfortanti

La situazione è più che drammatica, e gli effetti si annunciano a lungo termine. Secondo le stime, attualmente, a causa delle misure anticontagio da coronavirus, sono oltre mezzo milione (523mila) i lavoratori campani, praticamente fermi, sospesi cioè da ogni attività economica. In 523mila a casa, rispetto a un totale di un milione e 648mila unità. Naturalmente questi sono i dati relativi ai lavoratori inquadrati, ma come ben si sa, nella nostra regione si registra un altissimo numero di lavoratori in nero. Quindi rispetto a chi è rimasto a casa, senza lavoro, e senza possibilità di entrate economiche, il dato è ancora più drammatico. Il focus è stato riportato dal Corriere del Mezzogiorno, nell’articolo a firma di Emanuele Imperiali.