martedì, Dicembre 7, 2021
HomeNotizie di CronacaGuerra ai simboli della camorra: rimosso altarino dedicato a 3 pregiudicati a...

Guerra ai simboli della camorra: rimosso altarino dedicato a 3 pregiudicati a Castellammare

Il Comune stabiese ha smantellato questa mattina una struttura abusiva realizzata sul marciapiede pubblico in piazza Licerta, nel centro storico.

Prosegue, a Napoli e in provincia, la lotta contro i simboli della criminalità organizzata. Questa mattina, nell’ambito delle operazioni che vanno avanti da tempo, è stato smantellato, in piazza Licerta, a Castellammare di Stabia, un altarino dedicato a tre pregiudicati: Nicola Martinelli, figlio di Raffaele affiliato al clan D’Alessandro, Francesco Tremante e Mario Calvo.

La struttura abusiva era stata realizzata sul marciapiede pubblico e consisteva in un massetto, una tettoia in lamiera, una statua della Madonna, tre tavole raffigurati i pregiudicati defunti, una fontanina, una ringhiera metallica con cancelletto, un muro di tufo che inibiva l’accesso alla piazza da un lato. La statua della Madonna è stata successivamente affidata alla locale Parrocchia.

La rimozione è stata effettuata dal Comune stabiese, nello specifico il Settore Urbanistica, e il comando di polizia municipale, in collaborazione con Prefettura, Procura e tutte le forze dell’ordine. ”Il programma di interventi – scrive in una nota la Prefettura di Napoli – avviato a seguito di operazione concordata in apposito tavolo tecnico, in ottemperanza agli esiti del Comitato ordine e sicurezza pubblica dell’area metropolitana del 4 marzo scorso, proseguirà nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, con la finalità di ripristinare il rispetto della legalità con la progressiva rimozione di manufatti o altri simboli che insistono abusivamente sulla pubblica via, ferma restando l’eventuale sussistenza di specifici reati”.

Leggi anche...

- Advertisement -