Il fondatore della Nco, Raffaele Cutolo

Il magistrato di Sorveglianza rigetta l’istanza per i domiciliari.

Raffaele Cutolo resta in carcere. Il magistrato di Sorveglianza di Reggio Emilia ha infatti rigettato l’istanza di sospensione di esecuzione della pena con applicazione provvisoria della detenzione domiciliare, avanzata per motivi di salute dalla difesa del fondatore della Nuova Camorra Organizzata, detenuto al 41 bis nel carcere di Parma.