Alta tensione nell'area Est di Napoli
San Giovanni a Teduccio, torna in libertà il ras Vigorito (foto di repertorio)

Alla sbarra anche per droga e armi, capi e gregari della cosca di San Giovanni a Teduccio

E’ di oltre un secolo e mezzo di reclusione il computo delle condanne inflitte a 17 imputati – accusati a vario titolo, di camorra, traffico di droga e armi -, al termine del processo di primo grado. Alla sbarra ras e gregari del clan di San Giovanni a Teduccio, guidato secondo gli inquirenti, dai boss Francesco Mazzarella (alias Franco ’o parente) e Salvatore Donadeo. Quest’ultimo ha incassato una pena a 18 anni di reclusione, in continuazione con altra condanna. Francesco Mazzarella, invece, si è visto confermare in Appello, la condanna rimediata in primo grado (con rito abbreviato), a 10 anni di reclusione. La notizia relativa all’esito del processo di secondo grado è stata riportata dal quotidiano Il Roma.

Riproduzione Riservata