Bloccati dai carabinieri dopo indagini coordinate dalla Dda. Uno di loro era già agli arresti domiciliari

Più volte, particolarmente in vista delle festività, hanno chiesto il “pizzo” a un imprenditore edile locale il quale intimidito dalle continue pretese di denaro, “per mettersi a posto” con il clan, avrebbe versato mille euro. I carabinieri di Marano di Napoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, nei confronti di Ciro Marra, 40 anni, già agli arresti domiciliari per un’altra ordinanza, e Paolo Della Rocca, 45 anni, entrambi di Marano, ritenuti gravemente indiziati di estorsione aggravata dal metodo mafioso per essersi avvalsi della forza intimidatrice derivante dall’appartenenza al clan “Orlando”. L’attività investigativa dei carabinieri è stata coordinata dalla Dda di Napoli. Entrambi gli indagati sono stati chiusi nel carcere napoletano di Secondigliano.

Riproduzione Riservata