Il padrino della Nco, Raffaele Cutolo

Dopo quasi quattro anni di latitanza, è stato stanato dai carabinieri a Giugliano in Campania (Napoli), in località Varcaturo, il 56enne Guido Pagano, figlio di Ernesto Dante Pagano, detto “Dantuccio”, legato alla Nuova camorra organizzata di Raffaele Cutolo e ucciso nel 1977 su mandato di Antonio Bardellino, fondatore del clan dei Casalesi che allora si opponeva all’organizzazione cutoliana. Il fratello di Pagano, Antonio, fu ucciso nel 1989 assieme ad altre tre persone in un agguato di camorra, a otto giorni dalla sua scarcerazione.

Guido Pagano
Guido Pagano

Guido Pagano si era reso irreperibile il 9 settembre 2014 sfruttando una licenza oraria concessagli dalla casa di reclusione di Castelfranco Emilia (Modena), dove era detenuto da quattro anni per una condanna definitiva per detenzione illegale di armi, falso, ricettazione e altri reati. Pagano era latitante già nel 2008, quando fu tratto in arresto dalla Guardia Civil spagnola per reati in materia di sostanze stupefacenti, nonché condannato per associazione mafiosa, omicidio, riciclaggio ed evasione. I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Caserta sono riusciti a ricostruire i suoi spostamenti e lo hanno intercettato alla guida della sua auto.

ad