Le parole del centrocampista.

Non ha problemi ad ammettere le difficolta’, ma e’ anche convinto che il Napoli riuscira’ a venirne fuori. Per farlo serve il miglior Allan, pilastro negli ultimi anni della squadra, come tutti in difficolta’ in questa stagione. Contro l’Inter si e’ visto qualche miglioramento, ma alla fine il risultato ha condannato ancora una volta gli azzurri. “Con l’Inter abbiamo visto segnali positivi nonostante la sconfitta – spiega Allan ai microfoni di Radio Kiss Kiss -. Abbiamo creato tanto e abbiamo lottato con la prima in classifica alla pari. Purtroppo e’ un periodo che al primo errore ci fanno gol. Non dobbiamo piu’ sbagliare, bisogna migliorare in tutte le fasi di gioco, pero’ siamo sulla strada giusta come gioco e prestazione”.

A pagare per questa prima parte di stagione Carlo Ancelotti. La societa’ lo ha esonerato, affidando la squadra a Gennaro Gattuso. “Ci stiamo allenando con tanto impegno, con il mister abbiamo un ottimo rapporto. Lui e il suo staff ci stanno dando tanto e vogliamo ricambiare in campo per arrivare dove meritiamo – spiega Allan –. Oggi e’ il suo compleanno, gli abbiamo fatto gli auguri e abbiamo scherzato con lui, pero’ poi abbiamo lavorato duramente in campo come sempre. Sabato ci aspetta un match difficilissimo con una Lazio in grande forma”.

Ha ragione Allan, i biancocelesti volano, il Napoli arranca e sulla carta la grande favorita per la gara dell’Olimpico e’ la squadra di mister Inzaghi. “La classifica non rispecchia il nostro valore, meritiamo una posizione diversa ma dovremo dimostrarlo con i risutati”, ha spiegato il centrocampista brasiliano consapevole che bisogna farlo a cominciare da sabato. “Sappiamo che giocheremo in un ambiente molto carico contro un avversario lanciatissimo al vertice. Ci sara’ da lottare e anche soffrire ma possiamo fare la nostra partita mettendo in campo concentrazione e la nostra qualita'”. Napoli lontanissimo dalle prime quattro posizioni. “In questo momento bisogna pensare una gara alla volta. Inutile guardare i distacco dalla zona Champions. Per provare a risalire dobbiamo iniziare a fare risultato sempre”, ha spiegato Allan che non ha intenzione di proiettare lo sguardo alla sfida di Champions con il Barcellona.

“Ora pensiamo alla Lazio e al campionato. Poi quando arrivera’ il Barça certamente giocheremo senza timore. Undici sono loro e undici siamo noi. E’ sicuramente una delle squadre piu’ forti del mondo, pero’ ci sara’ tempo per preparare al meglio questa partita”. E poi ci sara’ la Coppa Italia a partire dai quarti. “E’ una competizione che si gioca su poche gare e tutto puo’ accadere. Il nostro vero obiettivo e’ ridare entusiasmo ai tifosi e regalare al popolo azzurro le gioie che merita”.