La droga era destinata allo spaccio

Ben 79 dosi di marijuana, pronte per lo smercio, imbustate e nascoste in una cassetta dove si intrecciano i cavi della linea telefonica, sono state scoperte e sequestrate da carabinieri nell’isolato B3/3 del Parco Verde di Caivano, in provincia di Napoli. La droga, secondo gli investigatori, era destinata ad alimentare la nota piazza di spaccio del Parco, piu’ volte finito al centro di inchieste.

I militari, durante i controlli, hanno anche arrestato per evasione e resistenza a pubblico ufficiale, Vincenzo Onesto, 48 anni, che si sarebbe dovuto trovare ai domiciliari. Onesto era in giro nel parco a bordo di una vettura: quando i militari gli hanno imposto l’alt il 48enne è fuggito.

ad

Dopo un lungo inseguimento, il 48enne ha abbandonato il suo veicolo lungo una strada di Pascarola e ha fatto perdere le sue tracce. I carabinieri, però, si sono così appostati nei pressi della sua abitazione e quando l’hanno visto rincasare l’hanno arrestato. Risottoposto ai domiciliari è ora in attesa di giudizio.