Un importante risultato la sospensione dello sfratto.

“Lo storico Caffe’ Greco ha vinto un altro importante round nei confronti di quei pochi che operavano e gufavano per la sua chiusura. Se ne facciano una ragione i dirigenti dell’Ospedale Israelitico che hanno brigato non poco per cancellare dalla storia di Roma un pezzo importante della cultura italiana e internazionale. Adesso deve prevalere la civiltà del dialogo e del confronto. Si trovi un accordo serio e definitivo tra le parti”. Lo dichiara in una nota l’ex deputato di Napoli Amedeo Laboccetta.

“L’Ospedale Israelitico deve a mio giudizio accantonare il suo progetto ostile verso i proprietari dell’Antico Caffè Greco e sedersi con serietà attorno a un tavolo per siglare una intesa definitiva. E’ assurdo insistere in questo braccio di ferro. Non è giusto, non è corretto e fa male a tanti. Questa mattina sono in tanti a manifestare compostamente per sostenere le sacrosante ragioni dell’Antico Caffè Greco. E stupisce – conclude – come chi giustamente riconosce nella memoria un valore, non si preoccupi di cancellare la memoria degli altri”.