A bordo c’era una comitiva di turisti romani e il mezzo era più affollato del solito

È di un morto e 19 feriti il bilancio, ancora parziale, del tragico incidente avvenuto questa mattina a Capri, dove un minibus di linea è precipitato a Marina Grande, nei pressi del lido ‘Le Ondine’. La vittima è l’autista che conduceva il mezzo. Tra i 19 feriti almeno 3 o 4 persone sarebbero in gravi condizioni e due sono stati trasferiti in elicottero all’ospedale del Mare di Napoli. Un bambino che ha riportato fratture multiple è stato trasportato all’ospedale Santobono sempre del capoluogo

Il pulmino dell’Atc adibito al trasporto pubblico, dopo aver sfondato le barriere di protezione, è volato giù dalla strada per cinque-sei metri sul litorale ed è finito in un canale a ridosso della tettoia di uno stabilimento. Secondo le prime informazioni forse per la velocità e per la curva a gomito presente in quel tratto, l’autista avrebbe perso il controllo. A bordo c’era una comitiva di turisti romani e il mezzo era più affollato del solito, con una decina di passeggeri, anche per un guasto che si era verificato in mattinata alla funicolare.

ad

Intanto l’elicottero della Polizia di Stato è impegnato nel trasporto di sacche di sangue da Napoli a Capri. Sul posto insieme ai soccorsi del 118 sono giunti Carabinieri e Vigili del Fuoco per i rilievi volti a chiarire la dinamica dell’incidente.

Riproduzione Riservata