Sono state realizzate in via Palazzo a Mare nell’immobile dell’ex presidente del Calcio Napoli

Il Comune di Capri acquisisce al patrimonio pubblico per la successiva demolizione le opere edili abusive realizzate in via Palazzo a Mare all’interno della proprietà dell’imprenditore Salvatore Naldi, ex presidente del Calcio Napoli, legale rappresentante della Cerc S.p.A. proprietaria dell’immobile. A stabilirlo è un’ordinanza dichiarativa di acquisizione a titolo gratuito, firmata dall’ingegner Salvatore Rossi, responsabile del settore edilizia privata dell’Ufficio Tecnico della Città di Capri.

Nel dispositivo si legge: «E’ dichiarata, ai sensi dell’art.31 del D.P.R.n. 380/2001, l’acquisizione a titolo gratuito al patrimonio dell’Ente delle opere edili abusive eseguite in via Palazzo a Mare n. 35 (omissis), opere già accertate come illegalmente eseguite all’interno dell’immobile già di proprietà della società Cerc S.p.A. di Napoli e di cui alla pregressa Ordinanza N. 38/2014 alla quale la parte non ha inteso ottemperare. L’acquisizione delle opere è finalizzata alla demolizione delle stesse ai sensi del comma 5 dell’art.31 del D.P.R.n.380/2001».

ad

Come riportato da Caprinews.it, gli abusi, come accertato nel 2014, consistono nella realizzazione di un manufatto di dimensioni mt. 4,40 x mt. 4,30 h. mt. 3,00, nella realizzazione di un manufatto di dimensioni mt. 6,30 x mt. 3,90 h. mt. 3,00, munito di finestre e porta di accesso, nella realizzazione di un manufatto in legno delle dimensioni di mt. 3,50 x mt. 4,00 situato sul fronte lato valle della proprietà in prossimità della via Palazzo a Mare, nella chiusura con creazione di volume di uno spazio aperto attiguo alla rampa di scala che porta all’appezzamento a quota superiore a mezzo vetri e profilati in alluminio.

Riproduzione Riservata