Novità anche per le bollette e le attività culturali.

Il decreto «riconosce, a favore dei nuclei familiari con un reddito Isee non superiore a 40mila euro, un credito, relativo al periodo d’imposta 2020, per i pagamenti legati alla fruizione dei servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive dagli agriturismi e dai bed & breakfast». Previsto un bonus per 500 euro per ogni nucleo familiare.

Bollette più leggere per le utenze non domestiche dal primo maggio a luglio 2020. Lo stanziamento sarà di 600 milioni. L’ obiettivo è «alleviare il peso delle quote fisse delle bollette elettriche in capo alle piccole attività produttive e commerciali». La norma riguarda un periodo di tre mesi a partire da maggio e ha carattere transitorio e urgente.

ad

Riconosciuto un contributo a fondo perduto per le attività d’impresa e di lavoro autonomo e di reddito agrario e ai titolari di partita Iva sotto i cinque milioni di euro che ad aprile hanno segnato fatturato e corrispettivi inferiori ai due terzi dell’ ammontare del fatturato e dei corrispettivi dello stesso mese del 2019. Il pagamento con bonifico dell’Agenzia delle Entrate.

Un’anticipazione dell’80% su quanto ricevuto nel 2019 è previsto per tutte le realtà culturali dello spettacolo dal vivo (diverse dalle fondazioni lirico-sinfoniche) che ricevono una quota del Fondo Unico per lo Spettacolo. Le modalità per l’erogazione della restante quota sono stabilite tenendo conto dell’ attività svolta a fronte dell’emergenza sanitaria Covid.