Nelle foto Luigi Austero e Luca La Penna, sospettati di far parte del gruppo di 'bombaroli' del cavalcavia

Torna in libertà il 24enne Alfonso De Luca arrestato nell’ambito delle indagini sull’ordigno lanciato dalla Ss 162

Già ieri sera, Alfonso De Luca (24 anni) ha potuto lasciare il carcere di Secondigliano, dove era detenuto, ed è tornato a casa. La decisione dei giudici del Tribunale del Riesame, che hanno dovuto prendere atto che uno dei soggetti immortalati dalle telecamere, e sospettati di essere i bombaroli di Ponticelli, non era il 24enne. L’elemento che ha avuto importanza fondamentale sulla decisione, infatti, è rappresentato da un vistoso tatuaggio che De Luca ha dietro la nuca. L’uomo che – nei filmati – era stato indicato essere il 24enne, invece, non aveva alcun segno distintivo. Per i fatti del cavalcavia, restano in carcere Luca La Penna e Luigi Austero, arrestati insieme a De Luca, per la bomba lanciata sulla sottostante Via Esopo, dove si trova una delle roccaforti dei De Martino, i cosiddetti XX. La notizia della scarcerazione di De Luca è stata riportata dal quotidiano Il Roma.

Riproduzione Riservata