Azzerata una maxi-organizzazione dedita allo smercio di droga, la centrale era il Parco Verde di Caivano

Terremoto giudiziario alle porte di Napoli. Nell’ambito di indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord, i carabinieri hanno dato esecuzione questa mattina, in varie aree del territorio nazionale, a un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 55 persone indagate per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, nonché per reati in materia di armi e furto in abitazione, rapina e procurata evasione di un uomo ai domiciliari.

Le indagini, eseguite anche attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali, sono state condotte tra marzo e luglio 2018, dai militari della compagnia di Casoria e hanno consentito di accertare lo spaccio di droga anche nella zona del Parco Verde di Caivano attraverso contatti telefonici che consentivano agli acquirenti di richiedere direttamente e rapidamente quanto desiderato. Successivamente, colui che volta per volta riceveva le richieste, si premurava di affidare la sostanza da recapitare a ragazzi incensurati, in alcuni casi anche minorenni, affinché provvedessero alla materiale consegna dello stupefacente, piccoli quantitativi per non destare sospetti, in punti concordati. Dei 55 arrestati, 24 andranno in carcere, 16 ai domiciliari mentre gli altri 15 sono stati sottoposti alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

ad
Riproduzione Riservata