Ciro Imperatrice, 46 anni, era ricercato da ottobre in seguito alla condanna per camorra. Si nascondeva in un’abitazione nel quartiere Barra

di Luigi Nicolosi

ad

Fuga finita per Ciro Imperarice, 46 anni compiuti a marzo, stanato all’alba di oggi nella periferia orientale di Napoli. I carabinieri del comando provinciale hanno arrestato l’uomo al vertice del clan Cuccaro-Andolfi del quartiere Barra, irreperibile da ottobre 2019, soprannominato “Brutolino” o “Brodolino”, destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale di Napoli poiché condannato a 2 anni e mesi 5 di reclusione per il reato di associazione per delinquere di tipo mafioso.

Il latitante è stato arrestato dopo un’intensa e articolata attività investigativa, rintracciato alle prime ore dell’alba in un’abitazione di Cupa Rubinacci. I militari lo hanno sorpreso nascosto all’interno di un armadio della camera da letto dove dormiva. Imperatrice è stato adesso rinchiuso nel carcere di Secondigliano.