Due case di appuntamenti nel cuore del ‘salotto buono’ di Napoli, mascherate da bed & breakfast. A scoprirle sono stati gli agenti della polizia municipale dell’unita’ operativa di Chiaia. La prima struttura, in piazza Sannazaro, e’ stata individuata incrociando gli annunci per alloggi per brevi periodi su una nota pagina web con le pubblicita’ su siti di incontri sessuali.

In particolare, la donna che li’ si prostituiva e’ stata contattata al cellulare indicato sull’annuncio e all’appuntamento concordato effettivamente i ‘caschi bianchi’ hanno accertato che la consumazione degli incontri sessuali avveniva presso la struttura ricettiva dove il titolare era a conoscenza dell’attivita’ svolta dalla donna di origini brasiliane e ometteva di registrare i clienti che li’ riceveva. Per l’utilizzo della camera, lei dava 60 euro ogni appuntamento, guadagnando mediamente 150, 200 euro ad incontro.

In una casa-vacanza in via Martucci, dove ‘esercitava’ una ragazza romena, c’era un altro centro di prostituzione. La donna per l’uso della camera per incontrare i propri clienti, dava al titolare della struttura 80 euro ogni volta. All’interno della stanza sono stati rinvenuti indumenti e attrezzi per lo svolgimento dell’attivita’ di prostituzione nonche’ 1.300 euro.