La Guardia Costiera in azione

L’imbarcazione è stata portata in un cantiere e messa sotto sequestro.

Sette persone si sono salvate lanciandosi in mare da una barca che stava affondando. E’ accaduto a Punta Campanella, nella Cala di Mitigliano, zona di Massa Lubrense (Napoli). Il mezzo era partito dal porto di Marina di Cassano a Piano di Sorrento. La barca da diporto di 7 metri è affondata velocemente; l’Imbarcazione è stata portata in un cantiere ed è sotto sequestro, e ciò per capire la causa del guasto. Un problema, quello di imbarco di acqua, che si è evidenziato e consumato in pochi minuti dando però la possibilità a chi era al timone sia di lanciare l’allarme, e ai 6 occupanti, tutti della Costiera Sorrentina, di tuffarsi in acqua e mettersi in salvo raggiungendo la riva.

L’affondamento e l’Sos è stato registrato dal personale dell`Area marina protetta di Punta Campanella, che si trovava in zona per l’attività di pattugliamento. Si sono aggiunti il personale della motovedetta CP 542 dislocata al porto di Sorrento che, sentite le richieste di soccorso lanciate dalle persone a bordo da altre barche che erano nell’area, è accorso in aiuto dei diportisti.

ad

Il comandante Acanfora della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia si è detto soddisfatto del recupero veloce del natante: “Abbiamo scongiurato un problema di inquinamento. E appena l’inchiesta per appurare il motivo dell’affondamento, sarà conclusa, il proprietario potrà farla riparare”.