La Corte d’Appello di Napoli dissequestra le aree ‘Sin’ e ora si può partire con il piano di rigenerazione urbano dell’area. A darne la notizia il Ministero del Mezzogiorno: “La Corte ha disposto la restituzione delle aree ad Invitalia, ritenendo che le esigenze cautelari che avevano portato al sequestro siano venute meno”.

ad

“Si tratta – continua – di un fatto di estrema importanza che fa seguito alla recente presentazione della gara bandita, sempre da Invitalia, per la bonifica dell’amianto nell’ex area Eternit, situata all’interno del Sin”.

Le aree erano state sequestrate nel corso dell’inchiesta sulla prima bonifica. I suoli erano poi rimasti sotto sequestro dopo la sentenza di primo grado, in attesa della sentenza definitiva. Oggi però è stata accolta la richiesta del Ministero del Mezzogiorno, che presiede anche la cabina di regia sulla riqualificazione di Bagnoli.