Alcuni degli indagati per il ferimento del 17enne Arturo, accoltellato in Via Foria, posano insieme sul Lungomare di Napoli insieme a un altro amico

di Giancarlo Tommasone

Approfondimenti investigativi sul caso del ferimento di Via Foria, hanno portato gli inquirenti a passare al setaccio le amicizie di F. C. – ma si fa chiamare Kekko – anche detto ‘o nano. Il 15enne si trova in carcere ad Airola, proprio per i fatti del 18 dicembre scorso. La ricerca è stata effettuata anche grazie all’identikit degli aggressori. Il ‘ritratto’ è stato composto basandosi sugli elementi forniti da Arturo, il 17enne, vittima del raid messo a segno da 4 giovani. Lo studente lasciato in fin di vita dal branco ha fornito la descrizione di due ragazzi, di cui sarebbe riuscito a tratteggiare parte dei tratti somatici e con una certa precisione, la statura, il colore degli occhi e dei capelli. Secondo il racconto della vittima alle forze dell’ordine – in fase di ricostruzione della dinamica – due del branco hanno preso Arturo alle spalle, mentre gli altri due erano posizionati frontalmente al 17enne.

Uno degli indagati insieme a un suo amico che lo invita a resistere in cella

Arturo avrebbe riconosciuto dunque Kekko e avrebbe fatto annotare le fattezze di un altro componente della baby-gang. Descrivendolo come soggetto più alto del 15enne e di cui ha fotografato occhi chiari e capelli castano chiari tendenti al biondo.

I commenti in calce al post dell’amico dell’arrestato

L’attività investigativa portata avanti dagli inquirenti si è concentrata sulla cerchia di amicizie di Kekko e dall’identikit e dall’incrocio di alcuni dati, si è giunti pure a un ragazzo più grande di due anni e che frequenterebbe la stessa scuola del 15enne arrestato a Natale scorso. Nel corso delle settimane ci siamo imbattuti più volte nell’amico di Kekko, nelle sue foto, nei suoi commenti, attraverso la sua pubblicazione diretta o perché taggato.

Un amico del 15enne arrestato (nella foto indossa un giubbino rosso)

Tra le immagini che siamo riusciti a far emergere ce n’è una in cui posa insieme al 15enne e ad altri due indagati per i fatti di Via Foria. Nello scatto sul Lungomare, compaiono anche altri due ragazzi, fra essi, quella presenza costante che idealmente sembra legare tutti i giovanissimi fin qui coinvolti nella vicenda del ferimento. Il giovane è immortalato alla sinistra di F. C. C’è un’altra foto, invece, in cui si trova a scuola e indossa un giubbetto rosso. E’ pure emerso che il ragazzo ha un forte legame di amicizia con il nano, tanto che è spesso ritratto da solo insieme a lui. Stylo24 ha rilevato nel corso delle settimane seguite al ferimento di Arturo, che lo stesso soggetto rappresenti quasi un elemento focalizzante per la comitiva di Kekko. Una presenza costante, ribadiamo, al centro della rete delle amicizie del nano.