TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Un altro episodio, legato all’azione delle baby gang, si sarebbe registrato a Napoli. Un immigrato pakistano, ha raccontato allo sportello legale gestito dai centri sociali di Napoli di essere stato aggredito nei pressi di Porta Nolana, mentre rientrava a casa, da un gruppo di una decina di ragazzi e ragazze minorenni armati di spranghe e mazze.

Secondo il racconto dell’immigrato, nella notte di mercoledì scorso i ragazzi gli hanno gridato: «Sei bengalese?». E hanno cominciato a seguirlo per poi colpirlo alle spalle sulla nuca, poi sulle costole, sulle ginocchia per cercare di farlo cadere. Nonostante l’aggressione, l’uomo, Abrar, è riuscito a raggiungere casa.

Questa mattina ha contattato gli operatori dello sportello legale dell’Ex Opg Je So’ Pazzo e si è recato con loro all’ospedale Cardarelli dove ha ricevuto una prognosi di cinque giorni per le contusioni riportate. Nel corso della nottata, secondo quanto riferisce il centro sociale, sarebbe stato aggredito un’altro ragazzo bengalese, che avrebbe riportato ferite alla testa ed è stato trasportato all’ospedale Loreto Mare, dove è attualmente ricoverato.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT