Ha solo 10 anni il responsabile del ferimento di una ragazzina di 15 anni avvenuto nella serata di sabato nel quartiere Bagnoli a Napoli. Ad identificare lui e un complice di 14 anni sono stati gli agenti del Commissariato di Polizia Bagnoli intervenuti all’ospedale San Paolo.  Il gruppo di ragazzi, infatti, aveva preso di mira la 14enne sorella della vittima che era in compagnia di un’amica nei pressi della stazione della Cumana, in via Campi Flegrei.

I giovani hanno prima lanciato delle bottiglie di acqua addosso alle due ragazze per poi spintonarle e malmenarle. Nel caos creatosi, alla 14enne è caduto il telefono cellulare che è stato raccolto da uno dei ragazzini. A nulla è valso il tentativo della vittima di rientrare in possesso del suo telefono, chiedendone la restituzione. A quel punto la 14enne, con il cellulare dell’amica, ha chiamato in suo aiuto la sorella 15enne, raccontandole dell’accaduto.

ad

I quattro giovani, all’arrivo della sorella, giunta anch’ella con un’amica, hanno riservato lo stesso trattamento delle altre due ragazze, iniziando a malmenarle.​ Il più giovane, addirittura ​ha brandito un coltello, minacciando anche gli automobilisti in transito che si erano fermati avendo assistito alla scena.​ L’intervento di alcuni passanti, intervenuti in soccorso delle ragazze, ​ha fatto sì che uno degli aggressori ​ha lanciato all’indirizzo della 14enne il suo telefono cellulare.

Le ragazze ​sono scappate in direzione della stazione della Cumana prendendo il primo treno utile e, giunte nel quartiere Fuorigrotta, si sono rese conte che la 15enne era stata ferita con una coltellata alla coscia.​ Le due sorelle hanno ​quindi c​hiamato i genitori che hanno provveduto a raggiungerle in piazza S​an ​Vitale per condurle in ospedale.​

La 15enne, oltre a contusioni varie, ha riportato una ferita da taglio alla coscia, guaribile in 7 giorni.​ Solo dopo il ferimento gli agenti sono stati informati dal personale in servizio al drappello di Polizia dell’accaduto. Sono scattate subito le indagini che hanno condotto i poliziotti, grazie agli elementi raccolti nella denuncia delle due sorelle, a identificare gli aggressori.​

Sia il giovane di 10 anni che il suo complice di 14 anni​ ​sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di tentata rapina aggravata, in concorso tra loro.​ Entrambi i giovani sono figli di pregiudicati e il più piccolo dei due è stato già segnalato quest’anno alla Procura presso il Tribunale dei Minorenni per ​un ​analogo episodio avvenuto sempre nei pressi della Stazione della Cumana di ​v​iale Campi Flegrei.​​

Riproduzione Riservata