giovedì, Giugno 30, 2022
HomeNotizie di Politica«Azzurri per Napoli» rinuncia agli assessorini?

«Azzurri per Napoli» rinuncia agli assessorini?

Per tentare di rientrare in Forza Italia, Cesaro jr vorrebbe interrompere l’alleanza con Manfredi dando un segnale inequivocabile: nessun posto nelle mini giunte. Ma Lanzotti prova a trattenerlo

Ormai è diventata quasi una telenovela la nomina degli «assessorini» delle Municipalità a Napoli. Tra poco saranno otto mesi dalle elezioni dei presidenti delle ex circoscrizioni e nella maxi coalizione di Manfredi è ancora tanta la confusione. Come il nostro giornale ha abbondantemente raccontato.

Un aiuto al sindaco però potrebbe arrivare, inaspettatamente, dal senatore forzista Luigi Cesaro. Sì perché, come svelato da Stylo24, l’ex presidente della Provincia, nel corso di un colloquio con Antonio Tajani, avrebbe provato a far rientrare il figlio Armando nel partito azzurro allontanando definitivamente l’esperienza e l’ombra di Azzurri per Napoli, la lista fondata dall’ex forzista Stanislao Lanzotti, che alle ultime amministrative ha appoggiato proprio l’ex rettore della Federico II. Lista a cui Armando Cesaro ha contribuito in maniera determinante con candidati e voti, e che secondo papà Cesaro sarebbe all’origine dell’espulsione del figlio dal partito in cui ha militato fino a un anno fa.

La prova per i vertici di Forza Italia

Di conseguenza, è l’ipotesi che sta circolando in queste ore negli ambienti della politica comunale, Azzurri per Napoli starebbe pensando di rinunciare a entrare nelle giunte Municipali partenopee per dimostrare ai vertici di Forza Italia, Tajani in testa, che il rapporto con Manfredi si sarebbe definitivamente interrotto. Insomma, un’abiura pubblica che porterebbe poi Armando Cesaro a percorrere un cammino (politico) di Santiago per poter ottenere il «perdono» dai vertici nazionali azzurri.

Una mossa che farebbe certamente piacere a Manfredi, messo così nelle condizioni di poter recuperare un po’ di poltroncine con cui accontentare un po’ di aspiranti assessorini.
Arriverà l’autodafé di Cesaro jr nei confronti della sua «creatura»? La trattative è lunga e difficile. Parrebbe, infatti, che Lanzotti abbia cercato disperatamente, anche in queste ore, di convincere l’amico a restare intrattenendo lunghe telefonate da Londra, dove l’ex capogruppo comunale si trova per ragioni lavorative.

Leggi anche...

- Advertisement -