lunedì, Gennaio 24, 2022
HomeNotizie di PoliticaAzzurri per Napoli è diventata Azzurri per Pomicino

Azzurri per Napoli è diventata Azzurri per Pomicino

Il difficile «parto» di un movimento senza identità

L’idea di formare un proprio partito regionale, per Stanislao Lanzotti, si sta rivelando più difficile del previsto. Un percorso a ostacoli che l’ideatore di Azzurri per Napoli si immaginava completamente diverso. Lanzotti, secondo quanto appreso da Stylo24, è al lavoro per preparare un congresso fondativo del suo presunto partito per l’11 dicembre prossimo. Un congresso che in realtà doveva già svolgersi a fine ottobre, poi slittato più volte fino a dicembre per diversi motivi. Le difficoltà riscontrate nella costituzione del nuovo movimento sono soprattutto nel trovare esponenti politici che sposino il progetto.

Progetto, a cui non partecipa Italia Viva che invece lo ha sostenuto durante le elezioni. Del presunto partito non si conoscono collocazione, struttura, finalità, fonti di finanziamento. Nulla. È una idea che l’ex capogruppo azzurro in consiglio comunale ha lanciato nella chat Whatsapp ricevendo non troppe adesioni convinte. La domanda è però ancora un’altra: la situazione politica campana attualmente consente la nascita di una forza politica ulteriore? Mistero.

Più chiara invece la matrice che avrebbe il neo movimento

Nientemeno che la mitica Balena Bianca. Secondo quanto appreso dal nostro giornale, per aiutare il figlio dell’ex assessore regionale Caterina Miraglia sarebbe sceso in campo addirittura l’ex esponente Dc ed ex ministro Paolo Cirino Pomicino. Quest’ultimo avrebbe chiesto di inserire nel simbolo del movimento anche uno scudo crociato, proposta bocciata da un referendum interno dei pochi aderenti ad Azzurri per Napoli. Il nuovo movimento, a questo punto starebbe nascendo con basi molto vecchie, e con un orizzonte di vita ancor più limitato. Alla faccia della novità.

Un continuo cambio di passo che starebbe facendo nascere dubbi anche ai più fedeli lanzottiani che non riescono a intuire dove l’ex capogruppo di Forza Italia voglia andare a «parare». Stanislao Lanzotti sarebbe stato addirittura contestato all’interno delle chat per la gestione poco collegiale del progetto politico. Una gestione che qualcuno, nella chat di Azzurri per Napoli, ritiene eterodiretta da soggetti che non vogliono ufficialmente comparire. D’altronde, i motivi per sospettarlo ci sono, è stato detto nella chat.

Basti pensare alla nomina dell’assessore Santagada – al posto della Miraglia – di cui nessuno, fino a poco tempo prima, era a conoscenza. Un coniglio preso dal cilindro da Lanzotti all’ultimo secondo. Insomma, non nasce sotto i migliori auspici il nuovo movimento. Anzi, al momento, il parto sembra decisamente complicato.

Leggi anche...

- Advertisement -