venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeInchieste e storia della camorra+++ Autobomba davanti alla casa del boss rivale, retata dei carabinieri +++

+++ Autobomba davanti alla casa del boss rivale, retata dei carabinieri +++

Dalle prime ore di questa mattina, i carabinieri del Comando provinciale di Napoli stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal locale gip, a carico di 38 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso e di associazione dedita allo spaccio di stupefacenti e di banconote false, sodalizi operanti a San Giorgio a Cremano e zone limitrofe e riconducibili alla famiglia Troìa. I militari dell’Arma, nel corso delle indagini dirette e coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia partenopea, hanno documentato che la gestione delle piazze di spaccio di cocaina, crack, marijuana ed hashish era stata motivo di scontro con altre organizzazioni criminali e dato luogo a numerose azioni violente, tra le quali l’esplosione, ad aprile 2016, di una autobomba posizionata nei pressi dell’abitazione della reggente del clan.

Articoli Correlati

- Advertisement -