TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

 

E’ diventata ormai una tradizione che si ripete ormai da anni. Dunque, si è rinnovato, come ogni anno il primo gennaio, il tradizionale tuffo nelle acque antistanti la spiaggia de ‘le Mortelle’ in prossimità del Porto borbonico del Granatello a Portici.

Un folto gruppo tra uomini e donne, questa mattina,
ha sfidato il freddo calandosi in acqua e augurando
a tutta la cittadinanza un sereno anno nuovo
scandendo lo slogan ‘Amiamo il nostro mare’

L’iniziativa è stata organizzata da Il Delfino Napoli, dal Gruppo 1 Gennaio e dal gruppo Regina Giovanna ed è stata l’occasione per sensibilizzare le istituzioni a continuare la battaglia affinché sia recuperato definitivamente il secolare rapporto della città della Reggia con il mare.

«Il luogo scelto è ricco di storia e tradizioni a partire dalla prima ferrovia d’Italia e da Villa d’Elboeuf, in un drammatico stato di abbandono, e dal porto ultimo rifugio delle ‘paranze’ per la piccola pesca», spiega il Gruppo 1 Gennaio «Il nostro piccolo gesto vuole essere di stimolo alle istituzioni, affinché tutto ciò non vada perso e tutto il lungomare che va da Pietrarsa a Villa Favorita di Ercolano sia recuperato, diventando volano per lo sviluppo e l’occupazione». A dare supporto anche personale della locale Croce Rossa e della Protezione civile della città di Portici.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT